Benvenuti

Welcome

Bienvenue

Willkommen

Breve presentazione di Navelli

Navelli è un paese di origine medievale inserito nel territorio abitato originariamente dai Vestini, una delle popolazioni italiche assorbite dalla colonizzazione romana tra il V e il I sec. A.C.

La piana di Navelli è stata ed è famosa per la coltivazione dello zafferano, la spezia di origine orientale introdotta dalla Spagna tra XV e XVI secc. Caratteristica è anche la produzione di ceci divenuti dal 2015 un prodotto certificato slow food, di mandorle e noci, tutti prodotti utilizzati per numerose ricette tradizionali.

Visitare Navelli significa immergersi in un angolo di medioevo ma anche scoprire la sovrapposizioni di fasi architettoniche diverse, dal Medioevo al Rinascimento e al Barocco.

Navelli può inoltre essere la base per scoprire la Comunità montana Campo Imperatore Piana di Navelli: un vasto territorio montuoso intersecato da valli in quota ( da 700 sul livello del mare fino a 1200) e disseminato di paesi.

Si possono fare piacevoli escursioni, facili o di media difficoltà, a Campo Imperatore, spingendosi fino a quelle più impegnative verso le cime del Gran Sasso d'Italia; si può arrivare a Rocca Calascio, scoprire gli altri numerosi castelli della zona, le chiese di origine benedettina e le piccole chiesette tratturali (usate durante la transumanza dai pastori anche come ricovero), i paesini arroccati sui colli; fare una piacevole sosta al lago Sinizzo (nei pressi di San Demetrio ne' Vestini, a 20 minuti di macchina).

Se poi si ha tempo per una sosta prolungata , si può arrivare facilmente (circa un'ora di macchina) sulla costa adriatica per una sosta sulla spiaggia, tra Ortona a Mare e Silvi Marina, oppure visitare il Museo archeologico nazionale a Chieti (45 minuti di macchina) o anche passeggiare per il centro storico di L'Aquila (40 minuti di macchina) , alla scoperta di chiese e palazzi, fino al Castello del Cinquecento, sede del Museo.

© ProLoco di Navelli by Angelo Sarra